martedì 14 ottobre 2014

Il Verbo poeta quotidiano è..

Il tutto per tutto

Ho vissuto col freno a mano tirato, troppo sognato, troppo poco lottato.
Ma ora lo sento, è il mio momento.
Punto tutto. Piatto.
Ma il poker batte il colore e io perdo anche l' onore.
Scappo verso la porta e prendo un taxi che lontano mi porta.
Ma fuori è buio, inizia a nevicare e l' autista non ha catene da montare.
Non vuole proseguire e io dall'auto devo uscire.
Nella notte, in mezzo al gelo, io volgo lo sguardo al cielo.
Ma, d' un tratto, una stella si palesa
e in un punto ben preciso sembra esser scesa.
Col mio carico di sogni e il volto sorridente
vado a cercare la mia stella cadente.

Nessun commento:

Posta un commento